Biblioteca

2 Dicembre 2021

Salotto letterario – “Il bosco del confine” di Federica Manzon

Venerdì 10 dicembre appuntamento con il gruppo di lettura “Salotto letterario” presso la Biblioteca Comunale di Susegana.

Gli incontri, che inizieranno alle 20.45, saranno condotti da Vera Salton (antropologa e studiosa di letteratura e illustrazione per l’infanzia) della libreria “Il Treno di Bogotà” di Vittorio Veneto, vincitrice del Premio Andersen 2008 come miglior libreria per ragazzi d’Italia.

Ritorneremo sul libro Il bosco del confine di Federica Manzon, disponibile anche presso la nostra biblioteca.

La narratrice di questa storia è cresciuta in una terra di confine, educata a uno spirito internazionalista dal padre, un pacifista di origini slave che credeva nel libero scambio delle persone, nelle lingue straniere mescolate senza regole e nelle camminate nel bosco. A lei, che non conosciamo per nome ma soltanto per l’affettuoso vezzeggiativo Schatzi con cui il padre la chiama, è affidata la voce della storia: un suono sottile, labile e sinuoso, che ispira fiducia e da cui lasciarsi guidare.

È proprio durante le lunghe passeggiate, fatte perlopiù in silenzio o scambiando osservazioni sulle tracce di un cerbiatto o una lepre, che il padre spiega alla figlia che non esistono confini, che il bosco è di tutti, non si divide per nazionalità come una cartina geografica: “hai mai visto una betulla ritrarre i rami per non sconfinare in territorio straniero?”.

Eppure lei, affascinata e al tempo stesso spaventata, si accorge che i boschi di là sono diversi, più scuri, popolati da orsi: di là c’è la nazione con uno degli eserciti più forti al mondo, una terra di uomini sanguinari con il coltello tra i denti e la barba da pastore, come la descrive la gente della sua città di mare, che sembra aver capito poco della grandezza di quel popolo. Nel giorno del suo sedicesimo compleanno, la protagonista – che a differenza del fratello non teme le temperature da neve e dimostra una certa attitudine allo scivolamento tra i pali da slalom – riceve dal padre un biglietto per assistere alle Olimpiadi invernali di Sarajevo.

Il 5 febbraio 1984 partono in macchina per quello che sarà un viaggio rivelatorio, durante il quale si farà largo in lei un sentimento nuovo, un senso di appartenenza strano, un’epifania che culminerà con un fuoripista notturno, a rotta di collo, tra i boschi fitti del Trebević, in compagnia di Luka…

La scrittura di Federica Manzon ha l’incedere di una camminata fatta con occhio curioso e passo sicuro: mette a fuoco un dettaglio, allarga lo sguardo all’orizzonte, quindi si butta a precipizio nel racconto, infine guarda indietro, al cammino fatto, alla storia in divenire

Accesso nel rispetto delle normative covid vigenti – presentarsi con green pass.

Per informazioni: biblioteca comunale tel. 0438 437470 e-mail biblioteca@comune.susegana.tv.it

Salotto letterario – “Il bosco del confine” di Federica Manzon

Ultima modifica 10/01/2022

Ultimi articoli

News 1 Febbraio 2023

Istituzione sosta regolamentata a disco orario in un tratto di via Ugo La Malfa a Susegana

Si comunica alla Cittadinanza l'istituzione della sosta regolamentata a disco orario in via Ugo la Malfa a Susegana (nei pressi delle Poste) per un'ora dalle ore 08:00 alle ore 19:00 nei giorni lavorativi (dal lunedì al sabato)

News 1 Febbraio 2023

Chiusura totale al traffico di un tratto di via Benedetto Croce a Susegana per lavori di allacciamento rete gas

Si avvisa la Cittadinanza della chiusura al traffico di via Benedetto Croce a Susegana a partire dal 8 febbraio, presso l’utenza Hi-Tech Car in prossimità del civ. 2

Ambiente 1 Febbraio 2023

Deposito del nuovo piano di classificazione acustica

Si comunica l'adozione nuovo Piano di classificazione acustica del Comune di Susegana ed è consultabile sia nel presente sito sia presso l'ufficio competente

Ambiente 30 Gennaio 2023

Avviso alla cittadinanza sulla possibilità di formulazione di proposte per la riclassificazione delle aree edificabili in variante al vigente piano degli Interventi

Fino al 3 aprile, ci sarà possibilità di richiedere la riclassificazione delle aree edificabili, al fine di privarle della potenzialità edificatoria riconosciuta dallo strumento urbanistico vigente

Utilità

torna all'inizio del contenuto